http://inrete.ch
Prima pagina
  E-mail
  Agenda
  Mondo
Europa
Svizzera
Ticino e GR
  Cerca, Elenchi
Media, Stampa
Telefonini, www
  Commercio
Finanza
Lavoro
  Sport, Motori
Società, Cultura
Tempo libero
  Argomenti vari














 






 
 

 
 
Bambini Libri Auto Immobiliari Viaggi Meteo
Urgenze Salute A tavola Hobby Calendario Segnalazioni
  Il Ticino e il Mondo     


 
 
 
VILLA  FAVORITA,  LUGANO - CASTAGNOLA
FONDAZIONE THYSSEN-BORNEMISZA

Ticino > Lugano > Villa Favorita  
  



 Fiori d'estate, 1930, Emil Nolde


 
 
Chiusa nel 2002
 
 
ex Fondazione Thyssen-Bornemisza
Villa Favorita
via Riviera 14
CH-6976 Castagnola
 
  091 913 32 32

 
 

Ponte, 1921, Artur Segal
 

Segno di un temporale all'alba, 1963
Charles Ephraim Burchfield

LA COLLEZIONE PERMANENTE.
L'attuale esposizione di dipinti e acquarelli (circa 150), che documentano la pittura americana ed europea degli ultimi due secoli, è preceduta da alcune sale il cui allestimento, costituito da dipinti, mobili e sculture di epoche diverse, offre una testimonianza delle origini della raccolta, nata come collezione di arte antica.
La parte moderna dell'esposizione si apre con una selezione dei dipinti di artisti americani dell'Ottocento. Tra questi alcuni dei massimi esponenti del luminismo (Cropsey) e della Hudson River School  (Bierstadt, Church, Cole), nonché i principali impressionisti d'oltreoceano (Hawthorne, Robinson, Wadsworth Thomson) e i cosiddetti pittori della Frontiera (Farny).
Dipinti a olio, acquarelli e alcune sculture esemplificano poi le principali correnti dell'arte del nostro secolo tra cui il cubismo (Léger), l'espressionismo tedesco (Nolde, Schmidt-Rottluff, Schiele), l'avanguardia russa (Larionov, Chashnik, Malevic), il gruppo De Stijl (Dexel), l'Action Painting (Pollock) e l'iperrealismo americano (Estes).
 
STORIA DELLA FONDAZIONE.
Heinrich Thyssen-Bornemisza (1875-1947) iniziò a collezionare dipinti antichi intorno al 1920 e continuò negli anni successivi acquistando anche mobili, sculture, tappeti, arazzi e argenteria.
Quando nel 1932 si rese necessario trovare una sede per la sua ampia raccolta, fu acquistata la Villa Favorita, sulle sponde del lago di Lugano.
La villa era appartenuta al principe Federico Leopoldo di Prussia, cui si deve il viale di cipressi che dall'ingresso costeggia il lago.
Per accogliere la sua collezione il barone fece costruire dall'architetto svizzero Giovanni Geiser una galleria le cui sale furono aperte al pubblico nel 1948 dall'attuale barone Thyssen-Bornemisza, Hans Heinrich.
Appassionato collezionista anch'egli, oltre a integrare la collezione paterna, si è dedicato alla creazione di una raccolta di arte del XIX e XX secolo.
A seguito della partenza per la Spagna (1992) di buona parte della collezione e in particolare di tutti i dipinti antichi abitualmente esposti nella pinacoteca di Villa Favorita, è stato necessario modificare l'allestimento della galleria e per la prima volta è stato possibile esporre in forma permanente una parte della collezione di arte moderna.

 
Le fotografie dei dipinti sono tratte dal libro:
Collezione Thyssen-Bornemisza, Villa Favorita, edito dalla Fondazione.